Posts Tagged ‘fascisti del web’

Chi sono i fascisti del web?

Quello di Grillo è un “linguaggio fascista”. Sono “considerazioni che non ci impressionano. Vengano via dalla rete a dircele”. Le parole sono quelli di Pierluigi Bersani alla festa democratica. Una presa di posizione forte contro un movimento, il 5 stelle, che mette sempre più paura ai partiti tradizionali. Che non capiscono, continuano a non comprendere la portata del fenomeno.

                              

Bersani dice di venire via dalla rete. Cosa significa esattamente? La rete non è un mondo altro, chi la usa per esprimersi non vive al di fuori del reale. Anzi, ci sta perfettamente all’interno. E dovrebbe saperlo chi è a capo di un partito fondamentalmente progressista. È un errore banale, di chi considera il web alla stregua di come lo si interpretava 15 anni fa. Il 2.0 è comunicazione. Sarebbe come dire “e basta, vieni via da quel telefono”.

Ora, però, non si può guardare solo da un lato. Bersani sbaglia nel modo, nell’interpretazione di un fenomeno che nasce da un malcontento concreto, non virtuale. Ma è indubbio che anche il m5s ha, al suo interno, voci che non contribuiscono alla sua legittimazione. Il web è democratico, vero. E ognuno può esprimere la sua opinione, verissimo. Questo comporta delle conseguenze. Specialmente se si parla di democrazia diretta. Ogni persona, nel sistema immaginato e spesso messo in pratica dal m5s, conta.

E allora non si può ignorare, da un po’ di tempo a questa parte, una certa degenerazione nei toni. Giustificabile ma da condannare, perché spesso avulsa da valutazioni di fatto. La stessa risposta di Grillo usa, ancora, la presa in giro poco argomentata per controbattere alle accuse. Così, sul web, la violenza verbale è spesso e volentieri indiscrimanata, poco argomentata, quasi feroce. Indice di un malcontento, certo. Ma poco consona ad alimentare un dibattito che possa anche minimamente essere costruttivo.

Annunci