Come si sceglie un social network? [Infografica]

Siamo sommersi dalle reti sociali. Ne nascono sempre di più, giorno dopo giorno. Tutte contraddistinte da qualcosa in particolare. Chi punta sulle immagini, chi sulle news, chi sulla pubblicità. Ma come orientarsi? Ci aiuta un’ottima infografica pubblicata da Mashable.

Partiamo da Facebook, il social network più “popolato”, con più di 850 milioni di utenti. Il social di Zuckerberg è l’ideale per interagire con i contatti ad un livello maggiormente personale e, inoltre, contiene in esso informazioni su qualunque tipo di brand. E’ usato, soprattutto, da ragazzi e ragazze sui 21-24 anni, per condividere informazioni personali, video e foto.E’ percepito, almeno dall’esterno, come un qualcosa che riguarda una sfera maggiormente ludica, di passatempo.

Twitter, invece, pur essendo in continua ascesa, è meno frequentato, con cira 200 milioni di utenti attivi. Si usa per aggiornamenti puntuali e brevi – specialmente per quello che riguarda le breaking news -, per controllare il proprio brand o per cercare potenziali clienti. E’ utilizzato, statisticamnte, più dalle donne – 54% -. L’obiettivo è di condividere informazioni che possano essere rilevanti per il proprio pubblico. E non solo, si possono seguire gli argomenti più interessanti ed interagire con i propri followers.

Passiamo a Linkedin. Il social del “lavoro” ha circa 150 milioni di utenti, che lo utilizzano per mostrare le proprie competenze e mettersi in contatto con potenziali datori di lavoro o colleghi. A differenza degli altri, è utilizzato maggiormente da persone sui 35-44 anni, a testimonianza della sua funzione probabilmente più “matura”.

L’ultimo social analizzato da Mashable è Google +, con i suoi circa 100 milioni di utenti. La nuova creatura di Big G è utile per iniziare conversazioni e coinvolgere al loro interno persone potenzialmente interessate. La sua arma segreta sono le cerchie, attraverso le quali è possibile suddividere i propri contatti in base alle tipologie di interazione che abbiamo con essi. Molto simile alla vita reale, insomma. E’ utilizzato soprattutto da esperti del Web 2.0, ingegneri, pubblicitari, responsabili marketing. Non è ancora esattamente di massa, ma può essere utile per condividere, ad esempio, posts sul proprio blog.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: